Sottosopra- Festival del cinema erotico d'autore Dal 3 al 7 Marzo 2014 a Torino Febbraio 13, 2014 13:10

La vera volgarità sta nell’ipocrisia che è in tutti i campi, da quello culturale a quello politico, così come in quello religioso e finanziario. La trasgressione significa non accettare queste forme di ipocrisia. ( Tinto Brass - Intervista a Telegiornaliste, 2009 )

 

Torino è una città che da sempre ama sperimentare e sfidare e ancora una volta dimostra tutto il proprio fermento creativo dando vita alla prima rassegna italiana di Cinema erotico d'autore, genere spesso sottovalutato e colpito dalla censura. L'idea è nata dall'Associazione Distretto Cinema in collaborazione con Dreamlight e avrà luogo dal 3 al 7 marzo 2014 presso le sale del Cinema Ambrosio con un ricco cartellone di respiro internazionale con autori tra i quali anche Pedro Almodovar, Ryù Murakami, Pierpaolo Pasolini e Luis Bunuel. L'ospite d'onore sarà il regista veneziano Tinto Brass, uomo colto e spiritoso che nella sua carriera ha sempre mantenuto vivo il gusto di scandalizzare e che presenterà all'apertura del Festival la proiezione del suo film "Salon Kitty". La chiusura del Festival, il 7 marzo, è invece lasciata a Davide Ferrario che presenterà il suo film "Guardami" dedicato al mondo del porno e ispirato alla vita di Moana Pozzi.

Noi di Lud abbiamo rivolto alcune domande al direttore artistico del Festival Fulvio Paganin:

Lud: Quale è stata la molla che ha fatto scattare l'idea di proporre per la prima volta in Italia una rassegna dedicata al cinema erotico?

F.P: È un genere che in Italia troppo spesso viene snobbato, confuso con la pornografia o ignorato. Invece ci sono molti autori del cinema che si sono“spinti” in questo genere, che all’estero è considerato alla pari degli altri generi cinematografici, come la commedia o l’horror o il western..

Lud: Il nome scelto per la rassegna Sottosopra rimanda all'idea di turbamento ed agitazione mentre in un'accezione più geometrica ad un capovolgimento di posizioni, a cosa si deve questa scelta?

F.P: La scelta di chiamarlo “Sottosopra” è arrivata pensando di capovolgere il pensiero che molti hanno di questo genere. E quindi di rivalutarlo. Ma anche dal capovolgimento dei corpi di due amanti.

Lud: Un'analisi del pubblico del nostro sito ci ha svelato un interesse molto forte e crescente verso l'erotismo da parte del mondo femminile.Leggendo il cartellone delle proiezioni della rassegna si trovano soprattutto nomi di registi maschili. Il cinema erotico è quindi ancora prerogativa del mondo e dell'immaginario maschile?

F.P: Ci sono poche registe donne nel cinema, al di là del genere. Non credo che nel genere erotico siano di meno rispetto agli altri generi cinematografici.

Lud:Progetti per la prossima edizione?

F.P:Dobbiamo ancora iniziare questa, per adesso pensiamo alle prossime settimane e poi vedremo.

Per consultare il programma integrale della rassegna vi invitiamo a visitare il sito di Distretto Cinema al seguente link http://www.distrettocinema.com